Diario di viaggio – Peru’ 4ª puntata

Machu Pichu: energia maschile…

diario viaggio peru' energia maschile… a palla, direi 😀

9 agosto 2016, Aguas Calientes, Inti Wasi

Parliamo di una delle montagne piu’ venerate al mondo, alta, appuntita, antica: e’ naturale che il solo intento di accedervi corrisponde a un tentativo, piu’ o meno conscio, di entrare in contatto con l’energia maschile.

Stamattina, tutti corazzati e determinati, ci siamo incamminati per Machu Pichu a piedi, alle 5 am (quindi ovviamente era ancora buio), con l’idea di raggiungere la vetta per le 6:30, o giu’ di li’.
E gia’ la pioggia ci ha dato un primo schiaffo in faccia, per la serie “Non credere che ti bastino una sveglia prima dell’alba e un poco di baldanza per conquistarmi” – gli uomini che mi piacciono sono proprio cosi’: consapevoli del proprio valore, che si prendono il tempo di studiarmisi a fondo, prima di concedersi, capaci di resistere alle malie femminili, se e’ il caso, per poi eventualmente cedere pure, ma per scelta, non per incapacita’ di fare altro.

Machu Pichu e la conquista del Maschile

Mai vissuta una situazione tanto stremante psicologicamente: una fatica abominevole, una guida insensibile ai bisogni e ai limiti del gruppo, il cuore in gola che pompava talmente forte da farmi temere il collasso, e la rassegna di tutti i mostri del mio conflitto col maschile:
Non sei in grado di guidare.
Sei duro, rozzo, insensibile, una vera capra!
Ti disconosco, non ti seguo neanche morta, la tua autorita’ e’ nulla, ai miei occhi.
Una guida come te e’ meglio non riconoscerla, per il bene di tutti, te compreso.

diario viaggio peru' energia maschileOmbre a go-go, in pratica; e piu’ emergevano, piu’ le vedevo, sentivo e pativo, piu’ percepivo un’immensa purificazione in atto, un sacrificio necessario per passare al prossimo livello, per unirmi al maschile con maggiore autenticita’, profondita’, scioltezza.

A un certo punto, il malaugurato su cui stavo proiettando tutto il mio veleno piu’ nero capisce, e cambia strategia: umilmente, si toglie dalla testa del gruppo e si mette in coda.
Perfetto! E’ esattamente questo il genere di gesto che mi dimostra di avere di fronte un leader e non un cazzone: hai un limite? Lo riconosci rapidamente e ti organizzi di conseguenza – anche questo e’ essere un Uomo.

Machu Pichu e Maschile: cambio di prospettiva

Superate le prove interne ed esterne, mi sono messa dietro a William, la nostra guida mistica, e l’ho seguito pedissequamente; mi sono incuriosita nel volermi connettere con lui cosi’ com’e’, scoprirne il passo, il ritmo e la qualita’, godermelo per quello che e’ senza desiderare che fosse diverso.
Mi si creano di continuo anche altre dinamiche su questo tema, con le nostre due guide per il viaggio, (Lorenzo e Jacopo di Chakruna, che sono anche dei grandi amici) – in questo caso e’ tutto molto fluido, visto che mi trovo in perfetta risonanza con entrambi, ma anche nelle situazioni con loro il mio lavoro interiore e’ notevole.

Mi rendo conto che, nel rapporto col maschile e nell’intento di essere (o tornare) congiunta all’Anima Gemella, c’e’ bisogno di coltivare contemporaneamente due dimensioni essenziali:

  1. l’istinto – nell’istinto risiede la verita’, l’autenticita’, quello che deve essere nell’equilibrio globale delle cose, al di la’ della nostra individualita’, dei desideri e degli obiettivi che ci poniamo;
  2. la presenza – anche se sono sempre piu’ dell’idea che noi esseri umani agiamo quasi totalmente fuori controllo (almeno per le scelte veramente importanti e determinanti della nostra vita), essere presenti a cio’ che accade ci consente di vivere davvero. Goderci cio’ che Madre Natura e il Cielo ci donano, assaporarlo standoci dentro, sentendo le sensazioni, emozioni e percezioni che suscita in noi, lasciarcene ispirare anche a livello extra-sensoriale: la presenza da’ alla vita tutto un altro sapore – rispetto al vivere come dei mezzi zombie alienati che capiscono poco o niente di quello che succede.

diario viaggio peru' energia maschileDopo l’esperienza di Machu Pichu mi sento piu’ consapevole e centrata, rispetto a cosa la vita mi sta riservando in quanto a energia maschile – dalla piena femminilita’ in cui sono, sin da bimba, me ne riserva sempre tanta!
So bene che, proprio come su quella magica montagna, la strada da fare e’ tanta e, sebbene sia di stupefacente bellezza e grandiosita’, a tratti e’ anche impegnativa, faticosa, una dura prova. Ma senza dubbio e’ la mia strada, non la cambierei per niente al mondo, e anzi sono qui a condividere il valore immenso del mio viaggio anche con te proprio per dirti di cercare sempre la tua Anima Gemella, dentro e fuori di te, di crederci con fermezza anche da adulta, di non rinunciare mai a questo sogno, perche’ una vita disincantata rispetto all’amore non e’ una vita degna di essere vissuta; mentre, nel cammino verso il ricongiungimento con l’Anima Gemella, ci si fa male, si soffre, si prendono docce fredde impressionanti e si cade dalle nuvole, ogni tanto, e’ vero, ma si sperimentano gioie e delizie indicibili, si vive nella meraviglia e nell’incanto, si conoscono una passione, un desiderio e un amore fuori dal comune, e si vola, si vola altissimo, al di sopra di molte cose, eventi e persone…

Ilaria Cusano

 

Dettagli Articolo
Diario di viaggio - Peru' 4ª puntata
Titolo
Diario di viaggio - Peru' 4ª puntata
Descrizione
Machu Pichu e l'incontro con una potenza maschile inaudita - se stai lavorando al ricongiungimento con la tua anima gemella, da qui devi passare, prima o poi.
Autore
Publisher
Life Coach Spirituale
Logo

2 thoughts on “Diario di viaggio – Peru’ 4ª puntata

  1. Stefania

    Divoro i tuoi scritti su questo bellissimo diario?

    • Sono fatti apposta 😀 Grazie per gli apprezzamenti! Mi riempiono il cuore 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *