Allenarsi a casa con lo yoga: posizioni ed esercizi

I migliori allenamenti di yoga che ho trovato per la quarantena

Una piccola premessa che trovo doverosa: pratico yoga da quando ho 19 anni e, in passato, per 8 anni l’ho anche insegnato. Mi sembra importante dirtelo perché mi pare ovvio ascoltare suggerimenti da chi ne sa almeno qualcosa in più di noi, sul tema in questione. Se tu fai yoga da molto più tempo di me o lo insegni da ben più anni, probabilmente hai poco o niente da imparare, da me. Se invece pensi che qualche passetto in più l’ho fatto, sei nel posto giusto 🙂

Allenarsi a casa con lo yoga: posizioni ed esercizi
Ph. by Dave Rosenblum

Quando è iniziato l’isolamento per l’emergenza Coronavirus, il primo pensiero che mi ha generato preoccupazione è stato proprio questo: come faccio adesso con gli allenamenti?
Devi sapere, infatti, che lavorando molto al pc e da casa, io tendo a soffrire di mal di schiena. Per me, quindi, gli allenamenti quotidiani o quasi sono davvero fondamentali, per non passare tutti i giorni col dolore. Ero abituata ad andare nella mia bella palestra a tre minuti da casa, con la mia favolosa Personal Trainer che mi aveva creato delle serie perfette per me… Ci andavo quattro o cinque giorni alla settimana e stavo da Dio! Con la quarantena, però, l’idillio è finito… E, se tutto ciò che è muscoli mi sento serena a rimandarlo di qualche settimana o mese, per quel che riguarda la schiena e la tonicità di base dovevo assolutamente trovare delle alternative valide. Altrimenti l’avrei pagata cara…

Anche la digestione non è esattamente il mio forte… Finché mi tengo ben in movimento tutto ok, ma appena mi fermo un po’ troppo, subito diventa difficile, si blocca. Lo stesso accade per il metabolismo! Tutto bene di base, ma finché faccio una vita dinamica; appena mi siedo troppo, lui va in letargo… con tutte le grane che ne conseguono! Inerzia, pesantezza, ciccia che aumenta a vista d’occhio… Insomma, avevo una serie di ottime ragioni che mi motivavano a fare del mio meglio, a livello di allenamenti!

Yoga per addominali, sciatica e 3° chakra + stretching per la schiena

Questo è ciò che ho fatto per le prime settimane. Verso metà pomeriggio, alle cinque o alle sei, mi facevo un allenamento di yoga, e a seguire o prima di cena, dello stretching per la schiena.

Ho scelto un allenamento di yoga per gli addominali e il terzo chakra perché, spesso, quando la schiena si affatica troppo è perché va a compensare un lavoro che dovrebbe fare l’addome. E che invece non fa. Rafforzando gli addominali, quindi, si va a scaricare la schiena e questa, alleggerendosi da pesi e fatiche, rilascia la tensione.
Ti avviso, però, che questi esercizi ti saranno fattibili correttamente solo se hai alle spalle almeno qualche anno di esperienza con lo yoga. A vederli, infatti, potrebbero sembrarti facili da fare; magari riuscirai pure a prendere tutte le posizioni che vedrai, almeno all’apparenza. Il punto è che, se non hai esperienza in queste precise asana o nei meccanismi sottostanti che le regolano, il rischio di farti male è piuttosto alto! Finiresti con lo stare addirittura peggio di adesso – non ha molto senso, giusto?
Fai tu. Tu conosci i tuoi limiti.

Per quel che riguarda lo stretching per la schiena, invece, procedi pure tranquillamente: sono esercizi dolci e facili, alla portata di tutti. Sicuramente ti faranno bene e ti daranno anche una certa dose di piacere 🙂

Allenamenti di yoga ben strutturati

Dopo qualche settimana, ho trovato un intero canale Youtube – mi è stato consigliato dalla mia carissima amica di Londra, grazie Lucy! – veramente ben fatto! Si chiama La Scimmia Yoga. Ci puoi trovare vari tipi di allenamenti di yoga: per principianti, per la schiena, per il metabolismo, per stare in forma

Allenarsi a casa con lo yoga: posizioni ed esercizi
Ph. by Dave Rosenblum

Puoi decidere di fare lo stesso allenamento per un certo periodo di tempo: per esempio, sceglierti quello che trovi perfetto per te e portarlo avanti per 40 giorni o per un ciclo lunare. Oppure puoi fare yoga due o tre volte alla settimana e cambiare allenamento di volta in volta; per esercitare varie parti del corpo e funzioni, e per variare.
Il mio consiglio è di ascoltare profondamente il tuo corpo, per decidere: lui, attraverso il piacere, sa comunicarti perfettamente se una certa strada ti fa bene o male; se è il caso di persistere o di lasciar andare; se puoi stare ancora meglio approfondendo e raffinando, o se ti sarà più benefico spostare l’energia in tanti modi diversi, di volta in volta.
Ti sa comunicare egregiamente anche se ti fa più bene un po’ al giorno tutti i giorni, o se è meglio intervallare con del riposo. Ascoltati, segui il piacere e, come dice il mio motto, splenderai!

Ilaria Cusano

PS. Se all’allenamento di yoga vuoi affiancare un vero e proprio corso di meditazione, questo potrà darti maggior benessere e ispirazione anche dal punto di vista spirituale, oltre che fisico e mentale 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *