Da dove cominciare a risparmiare

L’importanza dei soldi a livello affettivo

Le ultime generazioni sono piene di figli di papà che non si sono mai dovuti conquistare niente nella vita… ma non solo. Ci sono anche tante persone come me, che magari sono nate agiate (tutti in fondo lo siamo, in questa porzione di mondo) e poi, a un certo punto, hanno dovuto toccare il fondo. Nel mio caso si trattò di un imponente fallimento finanziario nell’attività imprenditoriale dei miei. Ma ho sentito anche tante storie in cui i cambiamenti economici sono stati conseguenza di divorzi, litigi o malattie.
Ed è proprio raccontando una piccola storia sulla malattia che voglio aprire questo articolo di oggi sul risparmio. Non basterà mai, attualmente, ripetere quanto conta il valore delle cose… ai nostri fratelli e sorelle, ai conoscenti, agli amici, ai partner e ai figli… tutti un po’ viziati e ingrati… come anche noi un po’, forse.

Qualche giorno fa sono andata dal dentista per una curettage, una pulizia dei denti particolarmente profonda. Soffro di una grave malattia che mi costringe ad andare continuamente dal dentista, da anni; e probabilmente dovrò continuare così per tutta la vita.
Ma “costringe”, forse, non è la parola giusta perché è proprio questo il punto: mentre ero lì a soffrire e a inquietarmi tantissimo come ogni volta, nel cuore provavo una gratitudine immensa.

Da dove cominciare a risparmiare

Mi sentivo profondamente grata per la capacità dell’igienista di fare un lavoro tanto buono nella mia bocca.
Per avere la possibilità di andare in questo studio convenzionato (se ti farai anche tu la mia tessera fedeltà, capirai cosa vuol dire), negli orari mattutini – per me è un lusso enorme poter disporre tanto liberamente del mio tempo.
Ma, soprattutto, mi sentivo grata di avere i soldi necessari per tutte queste cure. Costosissime. Talmente costose che, sebbene diversi miei parenti ne soffrano da decenni, nessuno finora ha mai potuto permettersi le cure che sto facendo io.

Per una questione di soldi, mi veniva da piangere dalla gratitudine e dalla gioia

Molti non lo capiscono, oggi, perché non hanno mai vissuto niente del genere.
Tanti altri hanno quello strano atteggiamento di supponenza come se tutto nella vita fosse loro dovuto, e si lamentano di tutto ciò che non hanno senza imparare mai ad apprezzare tutto ciò che invece hanno, e che non si rendono conto quanto è.
Lo so bene perché anch’io sono stata una di queste persone, sia dei primi sia dei secondi.
Grazie a Dio sono cambiata 🙂

Imparare a dare valore al denaro (che è il valore per eccellenza) vuol dire imparare a dare valore un po’ a tutto il resto, anche. E capire che va amministrato con cura, saggezza e gratitudine, per l’appunto.

I miei nonni mi hanno insegnato che ogni soldo risparmiato è un soldo guadagnato. Mi dicevano “Anche mille lire fanno la differenza; pensa a mettere da parte mille lire al giorno per mille giorni. Avrai un milione!”. Avevano ragione, e ho dovuto impararlo a caro prezzo – guarda un po’ come si dice 😉
Per questo apprezzo enormemente tutti questi nuovi sistemi che mi permettono di avere dei salvadanai sparsi qua e là. Piccoli ma che, tutti insieme e negli anni, fanno la differenza eccome! Ne uso diversi: uno di questi, con cui mi sto trovando bene, è Satispay.

Prova Satispay attivandolo subito, ora ti spiego come funziona

Si tratta di un metodo di pagamento per cui gestisci tutto tramite una app facilissima; clicca nel mio link e trovi una panoramica di Satispay.
Per cosa risulta utile a me:

  1. per il salvadanaio, come ti accennavo: ci sono due modi che puoi impostare a tuo piacimento e che ti permettono di risparmiare pochi spiccioli ma su ogni transazione che fai. Quando vuoi puoi farteli accreditare direttamente sul tuo conto o usarli con Satispay stesso.
  2. Per il cashback: ci sono tutta una serie di negozi in cui, pagando con Satispay, una parte del denaro che spendi ti torna indietro, proprio sotto forma di denaro. E ogni tanto fanno i giorni del cashback, in cui proprio tutti i negozi del circuito ti danno un cashback – assai vantaggioso, fra l’altro! Si tratta di un risparmio a tutti gli effetti, uno sconto esclusivo che ti viene concesso per il semplice fatto di far parte del gruppo.
  3. Mi ci invio denaro con gli amici a costo zero, senza dover fare bonifici o ricariche Postepay con una spesa aggiuntiva.
  4. E poi mi piace che è un sistema finanziario etico. Infatti anche la mia banca, la Banca Etica, lo promuove.

Oltre a tutte queste cose, che sono quelle per cui lo uso di più io, Satispay ti permette anche di pagare rapidamente e con una facilità sorprendente bollette, multe, bollettini e tutto ciò che è Pubblica Amministrazione. Ci puoi fare delle donazioni, delle buste regalo per compleanni e feste e impostare pagamenti automatici. Tutto a costo zero. In più, se il servizio ti piace, puoi invitare altre persone a utilizzarlo e, per ogni persona che si scarica la app e imposta il proprio budget settimanale, Satispay ti riconosce 5 euro. Usa questo preciso link, quindi, se vuoi usarlo, così mi assicuri i miei 5 euro di riconoscimento 😉

Personalmente lo vedo come uno di quei circoli di economia virtuosa che ci permette di migliorare la nostra coscienza finanziaria e l’intelligenza spirituale/sociale, di cui sai che sono una fervente promotrice. Se hai bisogno di assistenza su come attivare e far funzionare appieno Satispay scrivimi, una volta che avrai scaricato la app; sono a tua disposizione! 3278576451 per WhatsApp; ilaria.cusano@gmail.com per la mail.

Da dove cominciare a risparmiare

Ilaria Cusano

Come risparmiare sulla spesa settimanale

Risparmiare sulla spesa settimanale: un metodo concreto

Da qualche anno a questa parte stanno emergendo tante soluzioni finanziarie innovative per permetterci di aumentare il nostro potere d’acquisto. Dopo la crisi della fine dello scorso millennio, all’inizio di quello attuale tante persone hanno cominciato a elaborare sistemi di economia alternativa, per aiutarci a mantenere una condizione di dignità e benessere.
Avere dei risparmi, poter contare su un certo livello di potere d’acquisto, avere soldi da investire sono dei pilastri finanziari, nella nostra comunità. E’ saggio prendercene cura 🙂

Come risparmiare sulla spesa settimanale

Se da un lato in molti si stanno impegnando per consentirci di fare tutto ciò, dall’altra parte dobbiamo collaborare anche noi; come? Sperimentando questi nuovi metodi e facendo nostri quelli con cui ci troviamo meglio.
Nell’articolo di oggi ti parlerò del sistema con cui attualmente sto trovando più soddisfazione: mi riferisco al cosiddetto cashback, ritorno di denaro.

Cashback: soldi indietro a ogni acquisto

Negli ultimi tempi stanno spuntando come i funghi le proposte commerciali e di fidelizzazione basate sul cashback. Ma la regina e l’origine di tutto questo movimento è una fidelity card associata a un immenso gruppo d’acquisto di portata internazionale conosciuto come Cashback World.
Io possiedo e uso (tantissimo!) questa carta da un po’ più di due anni e, ogni mese grazie a lei, riesco a risparmiare 100/200 euro sulle spese settimanali. Nel mio caso particolare, ne ho fatta avere una anche al mio fidanzato ed esercito un continuo pressing su di lui perché la usi il più possibile 😀 Ma perché funziona!

Insomma, noi facciamo gli acquisti che comunque dobbiamo fare (la spesa al supermercato, il carburante delle macchine, lo shopping, le spese mediche, le utenze di casa); ma prima spendevamo e basta, ora invece una parte del denaro ci torna indietro.
Sistematicamente!
Che senso ha non usarla?

Cioè, non è lo sconto che una tantum ti fanno: è uno sconto sistematico e regolare che ti viene accreditato direttamente sul tuo conto bancario ogni volta che raggiungi la soglia dei 10 euro – solo 10!
A me sembra una figata stratosferica!
Coi soldi guadagnati attraverso questo sistema, l’estate scorsa ci siamo potuti regalare un viaggio di ben tre settimane! Ci ha fatto una bella differenza non solo economicamente, ma anche a livello di qualità della vita e del tempo condiviso in coppia 🙂

Risparmio (e guadagno) sistematico: come si fa, quindi, ad avere questa carta?

  1. Vai nella mia pagina di registrazione di Cashback World, compili il form coi tuoi dati e completi la registrazione.
  2. Scarichi la app Cashback World e, da lì e dall’omonimo sito web, inserisci tutto ciò che ti si chiede nel tuo account personale. Ricordati, soprattutto, di indicare le coordinate del conto su cui vuoi che ti venga accreditato il cashback.
  3. Dalla app o dal sito, vai sull’icona del posizionamento (quella a forma di goccia) e vedi tutte le aziende che fanno parte del gruppo d’acquisto che ci sono intorno a te. Ricordati di avere attivo il GPS, quando fai questa operazione, e la prima volta falla da un luogo per te di routine: da casa o dal lavoro. In questo modo, potrai mettere a fuoco i luoghi in cui spostare i tuoi acquisti quotidiani, per ricevere i benefici dell’appartenenza a questa comunità.
  4. Fatti una lista di tutti i tuoi acquisti regolari (spesa, benzina, utenze di casa/lavoro, shopping, svaghi, elettronica, spese mediche etc.) e individua le aziende convenzionate in cui farli – negozi fisici oppure online. Ci sono centinaia di migliaia di aziende convenzionate, avrai ampia scelta. E, se anche tu hai un’azienda, non hai idea di quanto puoi risparmiare sulle tue forniture quotidiane!
  5. Noterai che in alcuni negozi si usa proprio la carta, in altri i vantaggi vengono registrati tramite l’utilizzo di voucher digitali, per pagare (e-voucher). E’ tutto semplicissimo, sono come delle gift card: li compri dalla app e paghi con quelli invece che con contanti o carte, quando sei alla cassa.

Una volta che hai completato la registrazione attraverso il mio link, ti invito a contattarmi personalmente per qualsiasi informazione, assistenza e supporto avrai bisogno. Essendo mio il merito di averti fatto conoscere questo circuito, da un lato mi viene riconosciuta una piccola percentuale dei tuoi acquisti (che comunque mantengono gli stessi prezzi che hanno per tutti); dall’altro ho la responsabilità (e il piacere) di introdurti a questo magnifico mondo che a me sta cambiando la vita 🙂 La mia mail è ilaria.cusano@gmail.com Scrivimi, ci organizzeremo per sentirci o vederci di persona!

Come risparmiare sulla spesa settimanale

Inizia oggi stesso a risparmiare sulla spesa settimanale

Stiamo entrando in uno dei periodi più dispendiosi dell’anno: il Natale!
Puoi ricevere cashback (e anche Shopping Points, in realtà! Contattami e ti spiegherò tutto) per ogni singola spesa natalizia che farai: viaggi, addobbi, regali. Tu spendi gli stessi soldi che spenderesti comunque e una parte di torna indietro. Una parte per-ogni-singolo-acquisto, per sempre.

Poi, se la cosa ti piace come piace a me, ci sono anche tanti altri strumenti finanziari, in questo gruppo d’acquisto, che ti permettono di gestire con intelligenza e astuzia i tuoi soldi. Puoi averne pochi o tanti; chi dice quanti sono?! Ma se li gestisci male te li bruci… e ne paghi le conseguenze. Se invece impari a farci delle cose furbe tipo questa che ti sto presentando, un pochino alla volta col tempo ti frutteranno. E la tua vita ne trarrà una serie di benefici: materiali, psicologici, affettivi e spirituali.

Completa subito la registrazione tramite me e poi contattami; ti guiderò passo dopo passo nel fare il meglio che puoi con le risorse che hai.
Scrivimi a ilaria.cusano@gmail.com, prenderemo un appuntamento e ti spiegherò tutto di persona!

Ilaria Cusano

PS. Ho scelto queste due posizioni di yoga come immagini per l’articolo perché la gestione dei soldi è una delle forme più importanti di controllo delle energie. E’ inutile fare tanto yoga, se non ci si applica adeguatamente per imparare a gestire il proprio denaro: è una risorsa energetica di base, e quando mancano le basi costruire è solo pericoloso… Ogni cosa che costruiremo avrà il tempo contato, con sarà stabile. Al contrario, unire alle pratiche con le energie sottili la giusta dose di pratiche con le energie pesanti (come soldi e sesso, per esempio) dà risultati concreti, equilibrati e duraturi 🙂

 

Come far fruttare i propri risparmi, guida

Far fruttare i risparmi, come si fa?

Prima di tutto bisogna averli, dei risparmi. Può sembrare ovvio ma non lo è.
La maggior parte delle persone che conosco non solo non ha dei risparmi, ma ha anche debiti (spesso perennemente) e, per di più, non ha proprio la cultura del risparmio. Nel tempo è stata sostituita da credenze come “La vita è oggi e voglio godermela”, “Cosa ci dovrò mai fare, con questi risparmi” e “Mio nonno ha passato una vita intera a risparmiare e a cosa è servito?”.

come far fruttare i propri risparmi guida
Free picture (Savings) from https://torange.biz/savings-17203

E’ normale, non c’è niente di sbagliato in tutto questo: c’è un fondo di verità in idee come quelle che ho appena citato. Ma, quando passi all’estremo opposto, dove arrivi?
A non poterti fare mai il viaggio dei tuoi sogni perché costa una somma che tu non sei capace a risparmiare.
A credere di non poterti permettere una casa tutta tua o una famiglia con dei figli perché… non sai amministrare i soldi.
E a guardare al futuro e vedere tutto nero perché… non sei in grado di prepararti a trascorrere una seconda parte della vita prospera e serena.

Spesso, le persone della mia generazione si lamentano tantissimo delle proprie prospettive future e se la prendono col mondo, ma la verità è che vedono così tanto buio perché non sanno costruire niente, né per sé né tanto meno per qualcun altro.
Allora che si fa? Si manda la propria vita e l’intera società in malora? No.
Se non me lo ha insegnato nessuno, lo imparerò da sola 🙂 O cercherò qualcuno capace di accompagnarmi nei primi step, con articoli come questo per esempio, e a un certo punto diventerò capace anch’io.

Ho vissuto tutto ciò in prima persona: ho disimparato a risparmiare e ne ho subito tutte le conseguenze negative sulla mia stessa pelle. Così ho deciso di imparare di nuovo, e di approfittarne per passare anche a un nuovo livello del risparmio.

Guida al risparmio, 9 articoli

Nelle prossime settimane pubblicherò ben 9 articoli che, insieme, fungeranno da guida al risparmio. Sia nel senso di imparare a risparmiare (di più o magari godendosi anche la vita, nel frattempo, perché no); sia nel senso di capire come mettere a frutto i risparmi.
Perché, effettivamente, non ha molto senso risparmiare per accumulare.
Risparmiare serve quando ci permette di vivere una vita migliore:

  • di avere più tempo libero per coltivare le nostre passioni e stare con chi amiamo;
  • lavorando con più dignità, serenità e motivazione;
  • costruendo ciò che per noi vale, che dà senso alla nostra vita su questa Terra;
  • e facendo ciò che conferisce significato spirituale alle nostre giornate – che si tratti di viaggi, volontariato, attivismo sociale o crescere dei figli essendo davvero presenti per loro.

Il risparmio, inoltre, ha un grande valore energetico: è una forma potentissima di gestione della propria energia, risparmiare è un esercizio di auto-controllo super efficace! Ci fa chiedere costantemente cosa per noi è davvero importante, di cosa non possiamo fare a meno, cosa viene prima e cosa dopo, cosa ci nutre come anime alimentando la nostra energia vitale.
Questo processo portato avanti costantemente ci dà maggiore consistenza e solidità come persone, un po’ come metter su massa muscolare.

Avere dei risparmi e saperli far fruttare nel tempo ci dona autostima, sicurezza, fiducia in noi stessi e stabilità.
Poter costruire qualcosa di importante dà un senso alla nostra vita, perché ci fa essere utili anche per gli altri – che è ciò che scalda più il cuore, a breve e a lungo termine.

come far fruttare i propri risparmi guida

Risparmiare e far fruttare i risparmi

Come avremo modo di vedere negli articoli che seguiranno, una cosa è risparmiare, un’altra ben diversa è far fruttare i risparmi.
Sento tanta gente pensare ancora alla casa come un investimento intelligente, mentre da un punto di vista finanziario, oggi in Italia, è evidente che non lo è – anche se gli immobili costano poco e permettono di evitare l’affitto, non vuol dire che frutteranno.
Molti hanno paura delle truffe collegate alla finanza virtuale, ai bit-coin, a ogni forma di speculazione e, in generale, a tutto ciò che economicamente frutta nel tempo.
Se anche tu sei tra questi, sappi che ti capisco benissimo. Quando ero adolescente la mia famiglia ha attraversato un pesantissimo fallimento economico, con gravi conseguenze per i miei genitori ancora oggi; potrai immaginare quante paure mi porto dietro io per i ricordi di tutte queste vicende…

Ma sai una cosa? Anzi due?

  1. Ho imparato che una furbata pazzesca, dal punto di vista spirituale, è fare proprio per prime le cose che ti fanno più paura. E’ lì che sono nascosti i tuoi doni più grandi.
  2. Proprio chi ha conosciuto più errori e sofferenze in un certo ambito è in grado di andare al livello successivo proprio in quell’ambito, perché ha imparato cose che chi non ha esperienze non ha potuto apprendere.

Continua a seguirmi, nelle prossime settimane; facciamo insieme questo viaggio nel risparmio, che come abbiamo visto racchiude in sé un sacco di altri regali, oltre ai soldi in sé. E, se questi articoli ti sembrano utili, ti invito ad aiutarmi a farli girare: condividili nei tuoi social e taggami, così possiamo parlarne insieme e darci ancora di più una mano 🙂

Ilaria Cusano