Come gestire una relazione a distanza, di Manola Tegon

Relazioni a distanza: una sfida che capita a molte…

Quando parliamo di relazione a distanza, il primo pensiero va sicuramente a tutte quelle coppie che vivono in due luoghi fisicamente lontani. Senza accorgerci, però, che molto spesso viviamo relazioni a distanza anche quando viviamo sotto lo stesso tetto…

relazione a distanza

Ne è stata un’ennesima conferma anche il lockdown che siamo stati costretti a vivere. Tantissime coppie sono andate in crisi; improvvisamente si sono accorte che condividevano spazio e tempo con qualcuno che, nella migliore delle ipotesi, gli era indifferente; nella peggiore, hanno scoperto di avere accanto una persona insopportabile e con la quale non avevano (più) nulla da condividere.

Da Life Coach Spirituale che osserva sempre la realtà che ha intorno, perciò, credo che non ci sia tanto bisogno di consigli per gestire una relazione a distanza. Per il semplice fatto che è una delle relazioni più facili da gestire!

Una gran parte di noi, infatti, se ci pensi, è in grado di portare avanti esclusivamente relazioni a distanza.

La vera sfida è portare avanti relazioni di vicinanza

Il tantissimo tempo che abitualmente passiamo fuori casa; che sia per lavoro o per altri impegni, è un mettere una distanza.
Tutto quel tempo dedicato più ai figli che alla coppia; quell’usare ritrovarsi solo alla sera, per cenare insieme, oppure il sabato e la domenica.
In una società come la nostra, poi, dove si tende oramai a valorizzare a dismisura l’individuo, la realizzazione personale, spesso a discapito della condivisione con l’altro che viene proposto per lo più come una “minaccia”, come un limite alla nostra libertà. A volte ci si può sentire non solo giustificati, ma addirittura incoraggiati, a intrattenere una relazione di questo tipo. Relazioni fatte più di distanza che di vicinanza.

Le relazioni a distanza sono anche un po’ figlie del nostro tempo: dove la tecnologia ci aiuta si a raggiungere e conoscere anche persone lontane da noi ma che, per forza di cose, ci costringeranno a permanere in dei rapporti superficiali.
Come esseri umani, infatti, per interagire, non abbiamo solo bisogno della parola, che può essere mediata anche da una telefonata o da un messaggio. Abbiamo un bisogno vitale anche di comunicazione non verbale e, soprattutto, di contatto fisico.
Le video-chiamate fra amici o le web-call di lavoro degli ultimi mesi… non ti hanno esaurito, energeticamente? Ebbene, sappi che questo è successo perché il tuo cervello ha dovuto fare il doppio della fatica, per relazionarsi con l’altro.

La comunicazione virtuale, energeticamente, è una gran fatica per tutti noi

Costantemente mediati da uno schermo, al tuo cervello manca tutta la comunicazione non verbale, quando si interagisce virtualmente. Comunicazione non verbale che è indispensabile, per capire per esempio se una persona è sincera con noi o ci sta mentendo; se ci possiamo fidare oppure no; se sta parlando per paura o perché ci vuole veramente bene.

Riporta tutto questo in una relazione di coppia a distanza; che sia una distanza fisica o di altro tipo. E traine le tue conclusioni.
Avrai sempre una comunicazione non completa, qualcosa dell’altro che ti sfuggirà; e che non solo non ti permetterà di conoscerlo nel profondo, ma non permetterà nemmeno a te di esprimerti per quello che sei veramente. Perché ti mancherà quel tassello necessario per mettere le basi di un rapporto sano e di condivisione: la fiducia.

relazioni a distanza

Detto ciò, che in tutta responsabilità mi sentivo in dovere di trasmetterti, voglio darti anche una parola di incoraggiamento.

Di per sé, non esistono relazioni giuste o sbagliate a priori: sono tutte funzionali a uno scopo evolutivo che come persone dobbiamo raggiungere. Se stai vivendo una relazione a distanza, una ragione c’è; e viverla con questa consapevolezza ti permetterà comunque di viverla meglio, con la giusta leggerezza. Perché è cosi che va vissuta, per stare bene.
Diversamente, se cerchi profondità e spessore, ti consiglio di esprimerti in tal senso e costruire altro, per la tua vita; onde evitare una delusione forse evitabile, effettivamente… che ne dici?

Manola Tegon, Scuola di Life Coaching Spirituale
Conduco i percorsi di Love Coaching creati da Ilaria “Imparare ad amare nel cambiamento continuo” e “Chiudere col passato e trovare il vero amore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *