Come meditare

Come meditare: imparare a meditare con il coaching online

meditazione on line

Era il 2008, e a un certo punto ebbi la visione: la rivoluzione non era più da cercarsi nelle strade, nei partiti e nelle amministrazioni, la rivoluzione stava avvenendo in Internet ed era già in atto da un po’, quando io fui graziata dal mio insight!
Una nuova alfabetizzazione era necessaria ed era in corso – lo è ancora! e stavolta era digitale, era questa la sua caratteristica; cittadinanza attiva, partecipazione alla vita sociale, inclusione sociale, trasparenza, consumo critico, organizzazione intorno a determinati temi/progetti e sì, anche la spiritualità, con le meditazioni in contemporanea in più luoghi del mondo, il reiki a distanza e via dicendo – tutto sarebbe stato reso fattibile facilmente e agevolmente grazie al web
Salii immediatamente sul carro dell’innovazione, quindi, assolutamente fiduciosa nella mia visione, che racconto meglio nell’intervista che mi ha fatto Assunta Corbo per ThatsGoodNews – l’hai letta?

La meditazione e il coaching online?! Ma dai?! Può funzionare davvero?

Nonostante io sia un’amante della tecnologia e della rete, per diversi anni sono stata scettica di fronte alla possibilità di trasformare i miei servizi in modo tale da renderli fruibili anche online: credevo che avrebbero perso il loro valore, la loro essenza più preziosa che è fatta di una relazione umana, che sarebbe stato un limite troppo grande perché non avrei potuto proporre più della metà delle attività che ero solita includere in una formazione.

Cosa mi ha persuasa a ritornare sulla questione e a valutarla più attentamente?
Il desiderio di rendere accessibile almeno una parte della mia formazione anche alle fasce di popolazione con un reddito medio-basso. Già, perché il coaching, effettivamente, rimane un servizio di lusso, non sono moltissime le persone che si possono permettere di fare un percorso serio e ben strutturato.
Questo, unito al fatto che in Italia si sta creando solo adesso la cultura di una formazione continua, e ancora fin troppe meditazione on linepersone non sono abituate a riservare un certo budget alla formazione ogni anno, rende l’accessibilità un problema da risolvere.

Certo, molti si lamentano di non potersi permettere un percorso mentre la verità è che preferiscono spendere 100 euro al mese per lo shopping o il ristorante, invece che per fare un investimento su di sé; ma ci sono anche molti altri che, diversamente, ce la mettono veramente tutta, che danno il massimo, che cercano opportunità, che laddove non ci sono le creano, che fanno di tutto e di più per nutrire la parte più preziosa e importante della vita, cioè il benessere interiore – ecco, io a queste persone volevo mettere a disposizione qualcosa.
Mi sono detta “Anche se, per forza di cose, la maggior parte dei miei servizi rimarranno per una classe sociale alta, voglio inserire almeno un’agevolazione e un’offerta per la medio-bassa – e vediamo che succede”.

Il coaching online ha fatto BOOM!

Tra i webinar, le sessioni one to one via Skype e i corsi online, il mio life coaching online, in pochi mesi, ha fatto i fuochi d’artificio 😀
Già, perché tra l’altro, in questo modo, anche la barriera geografica, oltre a quella economica, viene bypassata! Tra le mie coachee (clienti), oggi, ci sono donne da tutta Italia, donne che vivono in paesini sperduti tra le nostre magnifiche terre, che non andrebbero mai a un seminario di coaching per quanto lontano e costoso è per loro; donne che non avevano mai fatto un’esperienza formativa così, e che solo oggi possono beneficiare di questa opportunità!
Ne vado fiera e ne sono contenta 🙂

Dopo anni di intolleranza e disappunto verso chi mi chiedeva prezzi più bassi, di irritazione e rabbia nei confronti di chi mi diceva di non potersi permettere un percorso quando non era assolutamente vero, di rischio di alienazione e misantropia in questa cultura nostrana dove sembra che le uniche cose che hanno valore siano le più stupide, frivole e inutili che ci sono al mondo, dopo anni di scetticismo nei confronti di un’innovazione che ci ho messo del tempo ad apprezzare fino in fondo, sfatiamo qualche mito sull’imparare a meditare con il coaching online e apriamoci le porte al nuovo, alle mille opportunità che il web ci offre!

meditazione on line1) Nel corso della sessione e della meditazione, io riesco tranquillamente a stabilire una connessione molto intensa e profonda con la mia coachee, anche se siamo lontane e comunichiamo tramite video. La connessione tra due persone non dipende dalla distanza geografica o dallo strumento usato per comunicare: a volte si vive per anni affianco a una persona, la si vede ogni santo giorno e non si instaura nessuna vera comunicazione! Oppure si dispone di tutte le tecnologie del mondo, con un miliardo di vie attraverso cui far passare messaggi, ma di fatto non si ha la possibilità di far passare niente, perché il proprio cuore è chiuso, e nessuna piattaforma, nessun social media, nessun forum può fare niente per questo.
È così: la connessione tra persone dipende dalla loro presenza, sensibilità e capacità di connettersi spiritualmente .
2) Il coaching online è MOLTO più accessibile di quello offline: ha dei prezzi notevolmente inferiori, non richiede né viaggi né trasferte né tempi biblici, e può essere serio, efficace e ben strutturato tanto quanto il classico seminario di gruppo a cui eravamo abituati.
3) Ciò che fa la differenza e che produce risultati, nel coaching, non è tanto il momento della sessione, ma quegli infiniti momenti in cui la persona, da sola, mette in atto ancora e ancora tutte le cose che ha imparato; dunque non importa, tutto sommato, DOVE E COME si impara, ma quanto si rielabora in modo autonomo, quanto si usa e implementa ciò che si apprende.
4) Il coaching online, volendo, si può integrare anche al coaching offline: magari, prima di andarmi a fare un seminario di un weekend che mi richiede un viaggio e un investimento enorme, preferisco farmi qualche sessione di meditazione via Skype, per conoscere il/la coach, il suo approccio, i suoi metodi, e poi, se mi trovo bene, faccio il passo successivo e mi iscrivo anche a un suo seminario – giusto?

Queste sono solo alcune delle opportunità che tutti abbiamo, nell’era del Web 2.0, in cui anche la formazione, e anche quella più umana, sta assumendo nuove forme, per donare più possibilità, più facilitazioni e più valore alla vita di ognuno di noi 🙂
Se vuoi fare un’esperienza diretta contattami! E se non hai mai usato Skype, niente paura: ti insegno volentieri io stessa a farlo – bastano 15 mintui 😉

Ilaria Cusano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *