Come rimanere sul mercato, guida al posizionamento strategico

Rimanere sul mercato e posizionamento strategico

rimanere sul mercato posizionamento strategico

Mai come oggi l’esigenza di rimanere sul mercato ci appare più pressante… Con tutte le aziende che stanno fallendo e chiudendo a causa del lock-down, non possiamo che desiderare ardentemente di farcela! Mettiamoci subito al lavoro in questo senso 🙂

Voglio donarti una sintesi del mio personalissimo vademecum, opinabile e criticabile, ma che comunque ha il merito di farmi essere sul mercato da 15 anni e sempre in crescita. Qualcosa di corretto, quindi, di sicuro c’è. Metti tu stessa alla prova ogni singolo consiglio, rendilo operativo, e poi valuta in maniera del tutto libera e autonoma la sua efficacia per il tuo business.

1) Riconosci la tua nicchia di mercato

Ho messo “riconosci” in corsivo per sottolineare una sottigliezza che fa molta differenza. La nicchia di mercato non va scelta, decisa, definita; non ha a che fare con una tua volontà. Ma con la volontà della tua community. E’ la tua community – anche quella di conoscenti, amici e parenti, prima di avviare un’attività – che ti “elegge” per una determinata funzione. Che ti “invita” ad assumere un particolare ruolo.
Il tuo compito è rispondere positivamente a questa chiamata – da qui il termine “responsabilità”, che significa “abilità a rispondere”; oppure non farlo. La tua volontà ha questo limite: non sei tu che scegli la tua nicchia, è lei che sceglie te. Tu devi limitarti a darle il degno riconoscimento che merita. In fondo, sono proprio tutte quelle persone che ti stanno mantenendo, che ti permettono di sopravvivere o di vivere nel benessere.

2) Impara a parlare la lingua della tua nicchia di mercato

Sin dall’adolescenza, ho frequentato cerchie di persone particolarmente acculturate. Da grande ho fatto l’università, la specializzazione in Coaching Professionale, un master in management di progetti internazionali; tutti ambiti in cui il linguaggio era piuttosto accademico. Da scienziati, da Sociologi per l’esattezza, da addetti ai lavori.
In pratica, roba pesante e incomprensibile.
Avrei dovuto rimanermene nell’Olimpo, con quei quattro gatti dei miei colleghi, a fare cosa? A mangiarsi le mani tutti insieme per essere senza lavoro e con una marea di gente che ti odia perché, fondamentalmente, ti comporti da snob? Che, tra parentesi, significa “sine-nobilitate”, “senza alcuna nobiltà”. No, grazie. Ho preferito imparare questa bella lingua pop che mi permette di comunicare con chiunque.
Perché? Per lavorare, per andare incontro alla mia community e per appartenere al mondo, invece di isolarmi.
Ha sempre funzionato egregiamente 🙂

3) Sii presente per la tua community

rimanere sul mercato posizionamento strategico

Molte persone che si approcciano ad avviare un’attività, a mettersi in proprio e a lavorare da freelance sono affette da quella curiosissima sindrome che è la paura di disturbare. Ma ascoltami un attimo.
Se una persona ti segue su uno dei tuoi canali social o addirittura su tutti, sarà perché vuole sentire cosa hai da dire, no? Altrimenti, per quale motivo sarebbe lì, a regalarti il proprio tempo e la propria energia? Non ti pare?
E poi, scusami, tu stai lavorando per offrire un contributo utile alla tua community; no? Cosa c’è di disturbante nella presenza di qualcuno che sta facendo tutto il possibile per rendersi utile? Io direi proprio niente; non concordi? Anzi! Tendenzialmente, tutti adoriamo quando qualcuno cerca di aiutarci, di offrirci cose che ci servono, che possono migliorarci la giornata e la vita. No?
Ecco, allora fallo assiduamente e assennatamente. Il tuo business oggi richiede che tu sia presente su 4 social diversi, pubblicando più contenuti ogni giorno? Bene, fallo. Chi ti segue è chi ti ama; sono persone a cui i tuoi contenuti piacciono, li trovano utili e arricchenti, ne hanno addirittura bisogno, in molti casi. Non deludere queste persone, dai loro ciò che vogliono – nei limiti della tua etica, naturalmente 😉

4) Continua ad aggiornarti sempre

Oggigiorno è fondamentale fare la cosiddetta formazione continua; quella che l’Europa ci sponsorizza da ormai 20 anni e che in Italia, purtroppo, ancora tarda a ingranare. Il che porta non pochi problemi: nelle vendite, nella tenuta del business, nell’atmosfera che si respira nel team e anche nelle prospettive future, di sopravvivenza dell’attività.
Tutte cose che capisco e conosco bene anch’io.
A questo proposito, qualche tempo fa mi sono messa alla ricerca di una soluzione che mi permettesse di erogare una valida formazione continua alle mie collaboratrici, in modo agile e sostenibile. Così ho trovato questa piattaforma.
Ci sono corsi di aggiornamento e formazione professionale, più una serie di altri corsi di crescita personale (sempre utilissimi anche per il business), tenuti da validi professionisti di tutto il mondo e sottotitolati in 4 lingue, a soli 13€ al mese.

Ti fai un abbonamento che costa solo 13€ al mese (da cui tra l’altro, volendo, puoi anche vederti tornare indietro ben il 60% dell’investimento), e puoi farti tutti i corsi di cui hai bisogno, facendo gli esercizi e applicandoti bene. Per migliorare costantemente nel lavoro, accrescere sempre le tue conoscenze e competenze, ed essere certa così di rimanere sul mercato e coi migliori risultati.
Ti invito a provare e valutare tu per prima, abbonandoti per un mese senza impegno e facendoti qualche corso. Vedrai che il livello è ottimo e il prezzo è veramente un’occasione!
Attenzione, però: questo prezzo (15$ al mese, che corrispondono esattamente a 13,28€) è disponibile solo se ti abboni utilizzando il mio link – altrimenti ti sale a 49$ al mese.

Questo è il meglio che posso darti. Se hai altre domande o richieste, commenta pure questo articolo, ti risponderò io personalmente 🙂

Ilaria Cusano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *