Come risparmiare soldi per viaggiare

Risparmiare soldi per viaggiare: un desiderio di molti, una conquista di pochi

Eh già, perché come tutte le cose non basta desiderarlo. Bisogna trovare un sistema per farlo. Anche quando il lavoro va abbastanza bene e noi possiamo contare su tutto ciò che ci serve per sopravvivere, prenderci cura di noi e anche vivere bene, infatti, le spese continuano ad aumentare. Allora, se da un lato è fondamentale imparare a farci una lista di priorità che ci renda chiaro per cosa valga la pena risparmiare, dall’altro lato bisogna pur sempre avere un modo concreto per riuscirci. Altrimenti rimaniamo incastrati in quel circolo vizioso in cui, paradossalmente, più costruiamo cose belle e a cui teniamo, più ne diventiamo schiavi.
Una carriera, una casa, una famiglia: per anni le abbiamo desiderate ardentemente e poi… da sogni sono diventati incubi.
Tutte cose meravigliose che rimangono tali, intendiamoci. E’ il nostro modo di gestirle che le trasforma in gabbie.
Allora diventa fondamentale capire come far sì che restino delle belle esperienze arricchenti nel tempo, che durino come sogni.

Come risparmiare soldi per viaggiare
Ph. by Viaggio Routard

Viaggiare è uno di questi sogni.
Ti racconto cosa è capitato a me, tra l’anno scorso e l’ultima estate.

Ero convinta di non potermi permettere una vacanza; stavo lavorando sodo, le cose stavano funzionando, ma proprio per questo richiedevano la mia presenza costante, in termini economici. La mia priorità doveva restare lì, come i miei investimenti: i miei risparmi dovevano essere indirizzati al lavoro. A maggior ragione in un momento così cruciale.
Poi invece, a sorpresa, i miei risparmi più piccoli hanno fatto la differenza 🙂

Risparmia piccolo: diventerà grande

Nel mio caso è andata proprio così. Mi ero mantenuta super attiva, diligente e concentrata, nel risparmiare attraverso il gruppo d’acquisto in cui mi ero coinvolta appositamente per questo (avere più soldi); avevo fatto “le cose fatte bene”, come si suol dire, per un anno intero. Anzi, anche un po’ di più.
Non avevo sprecato tempo ed energie a menarmela, mettere in dubbio, creare e crearmi problemi inesistenti. Mi ero fidata del mio istinto, della mia esperienza e di tutte le persone che mi avevano ispirato fiducia, e da lì avevo cominciato a costruire. Pedissequamente, con costanza, facendo rientrare nel circuito anche tutti gli acquisti del mio compagno, quelli per la casa e quelli per il lavoro – tutto. A proposito, su quelli per il lavoro farò un paragrafo apposta, a seguire 😉 A un certo punto, i risparmi si erano accumulati prima ed erano cresciuti poi.
Sì, perché facendolo con professionalità, nel tempo, si generano anche diverse provvigioni. E si erano generate eccome 😀 Tanto che non solo mi sono potuta permettere una vacanza che non avevo nemmeno osato sognare, ma addirittura tre settimane intere di viaggio!!!

E’ stato un regalone immenso, ma a ben vedere è stato quello che ho costruito

  1. risparmio dopo risparmio,
  2. offrendo anche ad altri la stessa opportunità di risparmiare,
  3. e trasformando i risparmi in un circolo virtuoso che nel tempo frutta anche di più dei risparmi stessi.

Risparmiare sul lavoro

Sul lavoro vale lo stesso e anche di più. Io adoro le detrazioni! 😀 Chi non le adora? Eppure pochissimi si mettono lì seriamente a capire come farsele fruttare al massimo. Per pigrizia, per ignoranza, perché credono di non avere tempo. Ma meno soldi hai, meno tempo hai; e sai perché? Perché devi impiegarlo a guadagnare soldi. E allora non conviene che te lo prendi, il tempo, e capisci come far funzionare le cose? Così dopo ne hai un sacco di più e, volendo, non devi passarlo quasi tutto a lavorare? 😉

Far parte di questo gruppo d’acquisto mi ha svoltato anche sul lavoro. Perché prima potevo risparmiare solo tramite le detrazioni; adesso, invece, è come avere una detrazione doppia! Faccio rientrare tutte le spese lavorative all’interno del circuito, e così una parte dei soldi che spendo mi torna sistematicamente indietro (come risparmio, per l’appunto), e poi mi detraggo tutto quello che posso!
Il mio fidanzato è un po’ più pigro, dal punto di vista amministrativo e gestionale, ma l’unione fa la forza, no? Anche lui spende sui 15000 euro all’anno per lavoro; facendo rientrare tutto (o quasi) nel gruppo d’acquisto, ne viene un vantaggio anche a me e a noi! Quindi a me conviene dedicarmi anche a lui, perché di fatto ciò che abbiamo risparmiato l’anno scorso in questo modo è esattamente ciò che ci ha permesso di farci un bellissimo viaggio questa estate! Viaggio che abbiamo condiviso! Quindi dei risparmi individuali, i miei e i suoi, hanno portato bellissime esperienze, emozioni e ricordi anche alla coppia.

Come risparmiare soldi per viaggiare

Sembrano cose piccole e irritanti; in realtà, prese col giusto spirito, diventano delle grandi opportunità e non solo in senso economico.
In fondo tutti vogliamo solo poter amare ed essere amati. Ma tutti (o quasi!) abbiamo anche imparato che i pochi che se lo possono permettere sono quelli che hanno saputo costruire condizioni anche materiali affinché la propria vita fosse fatta primariamente di questo: di amore.
Io ci sto riuscendo. Se vuoi una mano anche tu, gratuitamente, scrivimi nei commenti a questo articolo 🙂

Ilaria Cusano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *