Mancanza di desiderio sessuale: cause e cosa fare

“You, Me, Her”, la serie tv di Netflix sulla mancanza di desiderio sessuale

“You, Me, Her”, in realtà, va ben al di là della mancanza di desiderio sessuale, ma di certo questo è il tema di partenza. Prenderò le mosse dalla descrizione di questa serie tv, quindi, per mettere in luce le cause principali prima e il cosa fare poi.
– una delle cose da fare è certamente partecipare alla nostra area privata di Sex Coaching, “Beyond Tantra” 😉 –

mancanza di desiderio sessuale

Anzitutto ci tengo a soffermarmi su un fatto a mio avviso interessante, e importante: ci è stata fatta un’intera serie tv! E, se guardi bene, non è la prima volta che il tema della mancanza di desiderio sessuale compare: in tante altre serie tv non è al centro, come argomento, ma comunque figura spessissimo, soprattutto nella vita delle persone realizzate, belle e ricche.

Perché?

Perché la mancanza di desiderio sessuale è una faccenda seria, e chi ha una cultura e una reale dose di potere sulla propria vita, a un certo punto, se ne accorge.
Non è un “avere i grilli per la testa” o un “non avere proprio niente da fare”, come di certo avrebbe potuto dire mia madre – che, a quanto pare, si riteneva superiore a certi bisogni e pulsioni umani.

La mancanza di desiderio sessuale è un fattore che può distruggere relazioni ed equilibri che ci si è messo decenni a costruire; può portare in abissi psicologici difficilissimi da attraversare, ma decisamente essenziali da superare, per dare un vero senso alla propria vita.

Insomma, chi può Vivere senza Desiderio?

Mancanza di desiderio sessuale: le cause

Come viene rappresentato perfettamente per l’ennesima volta in “You, Me, Her”, la mancanza di desiderio sessuale ha origine dalla noia.

Noia che, ripeto, non è una questione trascurabile, secondaria, di poca importanza, perché racchiude inferni ben più significativi, dietro l’apparenza:

  • la perdita di vitalità;
  • il non riuscire a dare un senso alla propria vita;
  • la voglia di nuove avventure ma l’incapacità di trovarne e viverne;
  • la letargia, la pigrizia, l’apatia che, se non viene affrontata, può portare anche alla depressione.

In altre parole, il desiderio è fondamentale, per vivere bene ed essere felici. Siamo esseri umani, non bestie né macchine: è la fiamma della passione che ci fa ardere di voglia ed energia. Quindi va curato, questo desiderio, come l’elemento essenziale del buon vivere che è: va alimentato, rinvigorito e anche attraversato e conosciuto nei cambiamenti che, negli anni, misteriosamente ci impone.

Mancanza di desiderio sessuale: cosa fare

Esattamente ciò che fanno i protagonisti di “You, Me, Her”: qualcosa di nuovo ed eccitante; buttarsi in un’insolita avventura anche se destabilizza e fa paura; seguire la strada indicata dal piacere, ciò che ci fa divertire e ridere; riaccendere e immaginare nuove appassionanti possibilità completamente diverse dalla solita routine.

Nel caso della serie tv, la nuova via è rappresentata dal poliamore, dall’inizio di una storia d’amore a tre, fra la coppia ormai decennale e una escort, dove tutti si innamorano di tutti e, a un certo punto, decidono pure di andare ad abitare tutti insieme!
Ti lascio immaginare il vicinato… ahahah 😀

Ma è proprio questo il punto: lasciarsi andare al mistero; permettere alla novità, alla diversità, all’altro e all’altrove di coinvolgerci, di portarci di nuovo nel flusso di una vita non più consumata ma pulsante. Lì, ovviamente, in questo territorio ignoto, vigono regole e succedono cose che noi non possiamo conoscere… non ancora, per lo meno.

mancanza di desiderio sessuale

In “You, Me, Her” si tratta del sesso a pagamento prima e del poliamore poi; nel mio caso – altro esempio – si è trattato del sesso con più uomini in un primo momento, e di club privé, orge e scambio di coppia in questo periodo. Col mio compagno abbiamo creato un’intera community, per questo genere di esigenze, a testimonianza dell’importanza che per noi ha il desiderio sessuale. In molti si sono aggregati, sin dall’inizio, proprio perché sempre più persone, dopo secoli di abitudine alle violenze sessuali e ai tradimenti seriali dovuti a queste vite represse, stanno prendendo consapevolezza del fatto che ci sono modi più sani e belli per affrontare la mancanza di desiderio sessuale, e soprattutto per superarla. Perché, se la prima nobile verità del Buddha era il dolore, bisogna pur sempre ricordarsi che l’ultima era la cessazione del dolore 😉

Ilaria Cusano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *