Sesso telefonico, come può aiutare la coppia

Sexting e voce: le mie esperienze

sesso telefonico

Mi sembra assurdo il fatto che proprio io sto scrivendo un articolo sul sesso telefonico, il sexting e gli audio erotici. Ricordo solo pochi anni fa, quando niente mi sembrava neanche lontanamente equiparabile alla vicinanza fisica, al contatto tra i corpi…
Effettivamente, questi ultimi restano gli unici capaci di darci quel nutrimento affettivo di cui abbiamo bisogno e che cerchiamo nella sessualitá. Eppure non c’è solo il nutrimento affettivo, nella sessualitá: non è l’unico anelito che ci spinge a fare sesso. Ce ne sono almeno altri due, altrettanto potenti e significativi, che meritano di essere riconosciuti.
Parlo dell’ardore del desiderio e della speranza delle fantasie erotiche.

Sexting: coltivare l’ardore del desiderio

L’ardore del desiderio, in veritá, si alimenta piú di distanza che di vicinanza; cresce piú nel vuoto, nell’assenza, nella mancanza che promette di esser riempita, che nella perenne disponibilitá e costante presenza.

Tutti abbiamo bisogno di sicurezze e di conferme, nell’amore, ma a ben vedere l’attrazione sessuale si intensifica maggiormente quando ci si allontana un po’. Ci ricordiamo quanto stiamo bene con l’altro, magari quanto lo amiamo, anche, e il desiderio rinasce e si rinnova, donandoci proprio nel paradosso e nella contraddizione la stabilitá che cercavamo.
Nessuno che ci stia troppo addosso e sempre, a lungo andare, ci risulta attraente. Tutt’altro…

Il sexting è favoloso perchè ci permette di mantenere quel minimo di connessione che ci dá sicurezza, consentendoci, però, il fremito della distanza. Ci allontaniamo piú serenamente perchè sappiamo che, scrivendoci, possiamo tenerci un minimo in contatto. Ma di fatto siamo lontani e, tra le mille altre cose che il vuoto regala, l’altro non sa niente di quel che noi facciamo e noi non sappiamo niente di quel che fa lui.

Complice il mistero, forte la spinta di voler sempre testare se l’altro resta agganciato, l’intraprendenza erotica tende a scaldarsi. Le parole sono il nostro unico mezzo e, quando desideriamo con ardore l’altro, troviamo di sicuro il modo di usarle per tenerci collegati.

Il sexting, fra l’altro, offre interessantissime opportunitá di sviluppare un proprio linguaggio erotico, fatto di parole e di emoticon, ma anche di foto, immagini e silenzi.

Voce e audio erotici

Solo una volta ho fatto sesso al telefono. Mi è piaciuto, ma devo dire che ciò che mi ha piú entusiasmata sono gli audio erotici.

sesso telefonico

Ne ho creati di vario tipo, nel tempo. Alcuni erano trasposizioni di racconti erotici che avevo scritto. Altri, la condivisione delle fantasie che mi facevo, masturbandomi pensando alla persona a cui inviavo l’audio – autoerotismo in diretta. Altri ancora, normali messaggi ma detti con una voce sexy, appositamente per eccitare.

Anche in questo caso, la parte creativa relativa alla scoperta del mio linguaggio erotico mi coinvolge e mi appassiona. Ma, in piú, c’è la condivisione di tutto l’universo delle fantasie erotiche, che per la coppia è una vera manna dal cielo.
Come le immagini sessuali interiori sanno vivificare il desiderio, la passione e l’attrazione sessuale in una coppia è strabiliante! Anche delle cose apparentemente semplici possono avere un effetto potentissimo e inaspettato!
In fondo, quando due persone vivono una storia d’amore, tra loro c’è un collegamento profondo anche a livello di immaginario sessuale. Ed è un mistero tutto da scoprire.

Non occorre nè sforzarsi nè “diventare bravi”; è tutto lí, nella nostra vera natura, e ci è sempre stato. Basta essere noi stessi appieno e manifestare con trasparenza ció che abbiamo dentro. L’altro impazzirà di piacere, e di gioia 🙂

Ilaria Cusano

PS. Se vuoi un Sex Coach che ti guidi nel migliorare o potenziare la tua carica erotica, capacità seduttiva e potenza sessuale, scrivimi a ilaria.cusano@gmail.com Mandami una mail motivazionale, scrivimi cosa ti muove:
– qual è il problema e/o quali sono gli obiettivi per cui vuoi farti supportare da un Sex Coach;
– se hai giá provato a muoverti in qualche modo, per risolverlo/raggiungerli;
– in cosa ti senti forte e capace e su cosa, invece, hai bisogno di un aiuto.
Se possiamo esserti utili, ben volentieri! Ti dirò come 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *