Stabilire le priorità per vivere al meglio

Stabilire priorità è una guida

Stabilire priorità non è una questione filosofica astratta; ha ripercussioni molto concrete. Seguimi.

stabilire priorità
Ph. by Andra Mihali

Moltissime persone, oggigiorno, si lamentano del proprio lavoro. A suo tempo lo scelsero solo ed esclusivamente per avere soldi in cambio; con lo stesso atteggiamento che ha una prostituta verso la vendita del proprio corpo, in fondo; non è molto diverso, se ci pensi. E oggi si aspettano altro. Se queste persone sin dal principio si fossero chiarite le idee sulle proprie priorità, a livello professionale, oggi non sarebbero tanto scontente.
Se si fossero dette

La prima cosa che desidero, dal mio lavoro, è poter esprimere la mia creatività; che mi faccia sentire sempre ispirata e in viaggio, che mi permetta di divertirmi ogni giorno. Secondariamente, voglio anche guadagnare 10.000 euro al mese.

Se si fossero orientate in base a priorità simili, con molta probabilità ora non avrebbero tutti i problemi interiori che hanno.

Priorità e gestione del tempo

Un’altra questione che emerge spesso, relativamente all’importanza delle priorità, è la percezione di non avere mai abbastanza tempo. O dei social ti “rubano” un sacco di tempo – come se uno fosse posseduto, mentre va sui social 😀

Ti condivido volentieri ciò che ho imparato a fare – ciò che mi sono dovuta esercitare tantissimo e per forza, a fare; da una condizione in cui

  • ho ben 8 canali di comunicazione attivi e devo gestirli tutti da sola;
  • ricevo una quantità di messaggi e commenti, ogni giorno, che che te lo dico a fare;
  • e il tutto deve funzionare bene, perché serve al mio lavoro e, se non lo faccio andare come deve, ho delle conseguenze negative reali, sulla mia pelle.

Ecco una serie di regole che mi sono data e che, come vedrai, sono strettamente connesse al settaggio delle priorità.

1) Il mio telefono è sempre in modalità silenziosa e senza vibrazione

Quando una persona vuole parlare con me, deve o prendere un appuntamento oppure tentare la fortuna ma le risponderò una volta su cento. Se è un numero non presente in rubrica, non rispondo mai. Perdo clienti? Sono curiosa di sapere chi è e cosa succede in giro? No. Perderei tempo e non ho tempo da sprecare per sapere cosa succede in giro. Le mie priorità sono altre e parlare al telefono così, fuori programma e con gente che non ho invitato io nella mia vita, mi rappresenta un unico potenziale: di perdita di tempo ed energie.

2) Quando vado nei social, seguo sempre un preciso ordine

Entro prima in Youtube, che è quello che mi porta più valore di tutti. Poi in Telegram, in cui ho tutti i miei collaboratori e team di tutto il mondo, che stanno lavorando con me in Master Business. Dopo in TikTok, in cui dopo Youtube ho più persone. Dopo in Instagram e solo per ultimo in Facebook. Questi ultimi due sono quelli che mi fruttano meno. WhatsApp dipende da chi mi scrive.
L’articolo settimanale per questo blog, nella mia agenda, viene sempre prima delle newsletter: perché il blog mi porta più risultati della newsletter. Così uso al meglio il mio tempo e le mie energie, in modo allineato alle mie reali priorità.

3) Agenda e messaggi

Nella mia agenda, metto sempre prima le attività che mi portano più energia; in termini materiali e/o anche emotivi. E solo secondariamente tutte le altre. Anche con i messaggi che ricevo faccio così: leggo sempre per primi quelli con più potenziale, con più carica, e dopo gli altri.

4) Bisogni fondamentali e impegni lavorativi

Pure coi bisogni fondamentali come fare la cacca o bere, ho imparato a fare così 😀 Ero talmente scollegata dalla vita e dalle mie radici, in passato, che a volte rimandavo il bere quando avevo sete o l’andare al bagno, per fare cose di lavoro. Se ci pensi è assurdo! Mi sono dovuta rieducare anche su questo: ora, ogni volta che ho sete, che mi fa male la schiena o che mi scappa la pipì, metto tutto ciò prima di qualsiasi attività lavorativa. (Le faccende casalinghe sono quasi ultime in classifica = perdita di tempo quasi totale, per me, infatti la maggior parte sono delegate)

Stabilire priorità è dire all’universo come vogliamo vivere

Cosa metto al primo posto? Cosa al secondo? Chi conta di più per me? Come voglio sentirmi durante le mie giornate? A quali esperienze, emozioni e stati d’animo do più valore? Che persona voglio diventare?

Le risposte a queste domande lanciano un segnale ben preciso ed estremamente concreto: dicono all’universo quale vibrazione intendiamo coltivare. Con quale spirito abbiamo deciso di vivere e, di conseguenza, cosa abbiamo deciso di attrarre.

La legge dell’attrazione è una cosa molto concreta 😉

Ilaria Cusano

PS. Un lavoro del genere potrebbe sembrarti esagerato e ossessivo ma, al di là dei profondi benefici personali che porta nella mia vita e psiche, sai quanto mi fa ammirare, come leader di Coaching e in Master Business? Le persone che entrano nel mio entourage rimangono strabiliate da come io riesco a rimanere sul pezzo in modo così efficace, produttivo e performante e, contemporaneamente, a essere per la maggior parte del tempo dolce, serena e allegra. Per cui, esagerato, ossessivo o no, posso assicurarti che il gioco vale la candela da tutti i punti di vista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *