Comfort zone in amore: come uscirne

Uscire dalla propria comfort zone è terrificante

uscire dalla propria comfort zone amoreQuando avevo 17 anni facevo parte di un gruppo, il massimo della comfort zone! Era un gruppo bello, bellissimo, sembrava di essere in un film di Muccino: tutti belli, intelligenti, brillanti, alla moda, ragazzi pieni di voglia di vivere e di concrete possibilità di ottenere tutto. Per di più ci volevamo anche un gran bene, eravamo quasi tutti appassionati di studio, arte e cultura e avevamo il privilegio di poter trascorrere tutti i pomeriggi e le sere che volevamo in una magnifica mansarda proprietà di uno di noi.
Anni da sogno, neanche a dirlo 🙂

Io avevo due grandi amici, in quel gruppo; erano una coppia, una volta, ma prima che io li conoscessi. Quando li conobbi io si erano lasciati da poco; rimanevano le rispettive prime volte l’uno per l’altra, ma si erano lasciati, erano rimasti affettuosi e legati ma non sembrava potessero tornare insieme.
Fatto sta che lui aveva idealizzato lei, al cento per cento – lui avrebbe idealizzato anche altre donne, in seguito, ma questa è un’altra storia, la sua storia.

La mia, invece, fu questa: a un certo punto, del tutto inaspettatamente, mi innamorai di lui – senza freni, senza rimedio e con una paura fottutissima di rovinare tutto: l’amicizia con lui, quella con lei, l’intero gruppo e la mia vita.
Parola d’ordine: tenere la bocca chiusa, assolutamente! Non se ne parlava di dirlo, a nessuno; anche perché erano proprio loro i miei migliori amici, a chi avrei dovuto dirlo?

Seguendo l’amore, naturalmente, cambiai idea: presi da parte lei, piangendo, e le confessai i miei sentimenti.
Lei, senza che me lo potessi mai aspettare, mi diede le sue benedizioni.
Poi presi lui, qualche giorno dopo (1?), e gli confidai che mi ero innamorata; all’inizio mi disse che non mi voleva bene in quel senso, ma dopo pochi giorni stavamo insieme.
E’ stata una storia d’amore meravigliosa, lunga ed estremamente ricca: eravamo stupendi e innamorati, amavamo la fotografia e viaggiare all’estero e abbiamo fatto tutto, tutto quello che di più stupendo si poteva immaginare in quegli anni, insieme.

Uscire dalla propria comfort zone è sorprendente

uscire dalla propria comfort zone amoreGià lo avevo vissuto a 17 anni, ma forse non fino in fondo, perché 7 anni dopo la vita me lo ripropose.
Amico caro che ci comincia a provare di brutto; era anche un collega stavolta, facevamo delle performance insieme, di danza (io) e spada indiana (lui) – di un romanticismo e una passione stratosferiche, naturalmente!
Io gioco ma non ci sto, per quattro mesi di seguito! Un supplizio, vista la mia sessualità traboccante 😀

Un giorno, durante una delle nostre prove, mi stufo: lo inchiodo al muro e, con una calma, una lucidità e una potenza che non sapevo di avere dentro, gli dissi

Guardami bene negli occhi: io voglio un uomo con cui passare tutta la vita e fare dei figli. Tu sei pronto a qualcosa del genere?

Nel giro di due giorni aveva lasciato la fidanzata – perché, ops, era pure fidanzato! e da anni – e aveva trovato un lavoro in cui guadagnava il doppio.
Venne da me e mi disse

L’ho lasciata e ho trovato un lavoro in cui guadagno il doppio. Sono pronto.

Alla faccia! pensai io 😀
Se avessi voluto usare questa strategia per togliermelo di torno – non era così – di sicuro non avrebbe funzionato un cazzo!
Vivemmo una storia intensissima, fatta di yoga insieme alle 4 del mattino, rituali sessuali di Tantra e performance romantiche.

Uscire dalla propria comfort zone: bisogna farlo sempre?

Non lo so; soprattutto in amore, l’impulso a uscire dalla propria zona di comfort sembra più la regola che l’eccezione.
Ma ci credi? Mi sta capitando di nuovo la stessa cosa! Ed esattamente nello stesso modo sorprendente, incredibile e romanticissimo di sempre 😀 Possibile?

Ora non posso raccontare le mie attuali vicende amorose; potrò farlo tranquillamente tra qualche anno, però, quando le acque si saranno calmate 😀 Intanto, se vuoi, puoi gustarti tutte quelle della prima decade leggendo il mio libro Da sempre e per sempre: un uomo e una donna, l’inizio di una società.
Ma ti posso dire questo: mi immagino una storia con uno, ci ricamo sopra per mesi in mille modi, e poi un giorno mi ritrovo folgorata da un altro, come un’adolescente!

uscire dalla propria comfort zone amoreStupore totale, rapimento mistico, desiderio come non ne provavo da una decade, almeno!
Colpo di fulmine, colpo in testa, fuori di testa – non lo so. Però è così: l’amore mi ha di nuovo lanciata da un burrone nel cielo, buttata in acqua in mare aperto, denudata nel bosco, al cospetto delle forze della natura che si impossessano di tutto il mio essere e lo governano.
Un solo messaggio, chiarissimo – tutto il resto è confusione pura: devi fare questo, questo e quest’altro, e arrivare lì. Punto.
Senza via di scampo, senza se e senza ma, impotenti e inermi di fronte a una forza trascendentale e misteriosa che ci fa capire che vince sempre lei, ed è meglio non opporsi affatto.

Che te lo dico a fare? Il Devi fare questo, questo e quest’altro per arrivare lì. Punto. è da pazzi, totalmente! Dire uscire dalla propria comfort zone è dire niente, al confronto!
Ce la farò, stavolta, ad avere il coraggio che ebbi in passato? Perché ogni volta sembra essere il livello successivo! E se il ricordo di come andò in precedenza mi rincuora, il terrore è sempre lo stesso, è atavico, non cambia mai, sta sempre acquattato lì a farmi temere che farò un casino, che lui mi rifiuterà, che sarà una delusione e tutti soffriremo.
Eppure, per ben due volte, in passato capitò proprio l’esatto contrario…

Questa è la vita, secondo me, soprattutto in amore: uscire dalla propria comfort zone è la prova suprema, quella che a me anche stavolta accade precisamente 7 anni dopo della precedente.
Sarà un caso?

Ilaria Cusano

Dettagli Articolo
Titolo
[Amore] Uscire dalla propria comfort zone
Descrizione
Uscire dalla propria comfort zone è terrificante ma sorprendente; leggi le mie storie d'amore per scoprirlo - ma bisogna farlo proprio sempre?
Autore
Publisher
Life Coach Spirituale
Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *